Subacquea

La “costiera di Calafuria” è un tratto di mare e costa che per la morfologia dei suoi fondali, la vicinanza dalla costa e l’eterogeneità dei suoi popolamenti rappresenta una indiscussa area di grande interesse per l’attività subacquea.

Da decenni ormai i sub toscani, e sempre più spesso anche provenienti da altre aree geografiche, si concentrano in questa zona per svolgere immersioni con finalità diverse ( ricreative, didattiche, esplorative, foto-sub, tecnica).

I fondali offrono incontri unici, dai pesci pelagici (barracuda, banchi di acciughe…..) a quelli bentonici (dentici, orate, cernie, saraghi….), il tutto contornato da pareti mozzafiato concrezionate da una miriade di forme di vita sessile (corallo rosso, parazoanthus axinella, gorgonie bianche, gialle e rosse, spirografi….).

Ci si può immergere sulla parete delle gorgonie rosse, oppure al cartello, alla punta del buco, o all’ancora gobba, in profondità che variano tra 12 e 34 metri. Chi è appassionato di immersioni in grotta potrà apprezzare il grottone, la grotta del grongo e il grottino del boccale in penetrazioni facili, medie e per esperti.

Anche i “tuffi” sulle secche non mancano come l’isola ed il mammellone che sono dei veri e propri alveari di coloratissimi e variegati nudibranchi.

Anche il sub meno esperto ha a disposizione punti quali il grottino di Antignano, Il nicchio, il cartellino, la grotta del boccale e la grotta del grongo, sono infatti tutte immersioni entro i 18 metri.

Già a pochissimi metri si potrà ammirare il corallo rosso, che rappresenta la vera peculiarità di questo mare.

In immersioni che prevedono la fase di discesa a soli 10 metri sarà possibile condurre corsi per sub alle prime armi offrendo loro scenari davvero inconsueti  per quelle profondità.

Tutti i punti di immersione sono raggiungibili tramite i numerosi Diving Centers che operano in zona. Alcune immersioni sono addirittura proposte da terra rendendo tutto più economico.

Conservare e proteggere questo patrimonio è l’obbiettivo che con questo progetto associativo ci proponiamo, poiché negli ultimi anni la zona è stata teatro di scempi quali pesche abusive, deturpamenti da ancoraggi, inquinamenti da barche in transito e prelievi indiscriminati.

  • Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi